I tanti modi di vivere il Salento

I tanti modi di vivere il Salento - I tanti modi di vivere il Salento

Oltre alla città di Lecce, il capoluogo barocco della provincia, l’altopiano del Salento ospita il maggior numero di paesini in Italia, tutti caratterizzati da una forte identità e pertanto ricchi di fascino.

Qui la storia medievale ha dei forti connotati orientali, frutto del commercio con le terre asiatiche che si è sviluppato nel corso dei precedenti secoli. Non è un caso che anche la lingua risenta di tale influsso nelle filastrocche in dialetto “griko”.

Organizza il tuo viaggio in Salento

Compreso tra mar Ionio e mar Adriatico, il Salento è una regione nella regione con una propria identità culturale tutt’ora molto vitale e una storia unica. Per cogliere l’opportunità di visitare il territorio e goderti il suo meraviglioso fascino, ti suggeriamo di noleggiare un’automobile e di creare un viaggio a tappe.

Alloggiare è semplice perché esistono tantissime strutture ricettive pressoché in ogni angolo della regione, anche nei paesini più piccoli.

Partendo da Lecce, dove non mancano hotel di lusso ma anche soluzioni economiche come bed & breakfast e appartamentini, prosegui verso la punta meridionale e visita in particolare Otranto e Gallipoli. Lungo le coste troverai tanti resort che offrono alloggi eleganti affacciati direttamente sul mare, con lidi e discese sul mare.

Alloggiare in campagna nelle antiche masserie

Oltre alla fantastica costa e alle città barocche, il Salento è anche natura incontaminata, campagna a perdita d’occhio che ospita nel suo grembo il mistero di dolmen e menhir celati dagli uliveti.

In particolare, nella zona tra Minervino di Lecce e Giurdignano, sono presenti delle strutture ricettive realizzate all’interno delle antiche masserie, perfette se desideri vivere il territorio immerso nella sua vera anima e goderti la sua essenza.

Da queste aree potrai anche intraprendere percorsi di trekking che ti porteranno a visitare i frantoi ipogei e le chiese paleocristiane, nonché giungere sino alle grotte marine di Castro e Santa Maria di Leuca.